Meteo

Click for Dar es Salaam, tanzania Forecast
  • A Dar es Salaam sono le:
  • del giorno:
line

Sei in: I paesi tropicali --> Tanzania --> Come andare
line

Tanzania

Come andare

Non ci sono voli di linea diretti per Dar es Saalam. Le compagnie aeree che offrono le tariffe più economiche sono Ethiopian, che vola via Addis Abeba, e Turkish, via Istanbul; buone anche le tariffe di Qatar e Lufthansa. Il viaggio dura in media 17-18 ore, soste comprese.
Meridiana Fly opera voli diretti stagionali per Zanzibar.
Per entrare in Tanzania i cittadini italiani devono essere muniti di passaporto, con validità residua di almeno sei mesi, e di un visto che va richiesto, con congruo anticipo rispetto alla data di partenza, all'Ambasciata di Tanzania a Roma o presso il Consolato di Tanzania a Milano.
Dopo le elezioni del 2010, che si sono svolte senza incidenti, il paese si presenta abbastanza stabile; la situazione politica, però, rimane tesa e potrebbero verificarsi disordini ed episodi di violenza. La criminalità è in aumento e si segnalano scippi e rapine a mano armata nelle città principali, soprattutto Dar es Saalam e Arusha, e in alcune spiagge di Zanzibar. Particolare prudenza si raccomanda nelle zone di confine con Rwanda, Burundi, Malawi e Kenya.

Le condizioni sanitarie sono precarie e l'assistenza medica, che deve scontare la carenza di attrezzature e farmaci specifici, non sempre è garantita. La malaria, che è endemica in tutto il paese, rappresenta uno dei maggiori pericoli sanitari. Le zone più esposte al rischio sono quelle di pianura, intorno ai laghi e ai fiumi e lungo le coste, mentre sugli altipiani in quota il rischio è più contenuto. La profilassi antimalarica è consigliata ma deve essere valutata caso per caso, consultando il proprio medico di fiducia. Indipendentemente dalla decisione presa, sono necessarie comunque tutte le precauzioni, tra cui l'uso di zanzariere e repellenti, per proteggersi dalla puntura di zanzare, mosche ed altri insetti, che possono essere vettori di diverse malattie tropicali.
Sono presenti inoltre numerose patologie infettive, che si trasmettono attraverso acqua ed alimenti ed è perciò buona norma fare uso solo di acqua imbottigliata e prestare attenzione ai livelli d'igiene nei locali dove si va a mangiare. E' sconsigliato bagnarsi nei corsi e nei bacini d'acqua dolce per non correre il rischio di contrarre la schistosomiasi (o bilarziosi).
La vaccinazione per la febbre gialla è obbligatoria solo per chi proviene da un paese dove la malattia è endemica; tuttavia il certificato di vaccinazione è richiesto anche ai viaggiatori in transito nei paesi endemici, ma solo nel caso in cui siano rimasti in aeroporto per più di dodici ore.

La valuta locale è lo Scellino della Tanzania (TZS) le carte di credito sono accettate raramente ed è possibile prelevare contante dai distributori automatici solo nelle città principali.
La copertura internet è buona nei centri abitati anche se le velocità di connessione non sono alte. E' facile trovare internet point nella capitale e nei centri maggiori. La copertura della rete di telefonia mobile è molto variabile. In genere è buona lungo la costa, a Zanzibar e in tutti i grandi e medi centri urbani e nei loro dintorni, mentre vaste aree interne sono completamente prive di segnale. La rete è GSM 900/1800 ed è quindi possibile usare un normale cellulare dual band.
La tensione elettrica è 220V ma gli sbalzi di corrente sono frequenti; le prese sono di tipo inglese, è necessario perciò un adattatore.
Le lingue più diffuse sono il kiswahili e l'inglese.
Per tutte le ultime informazioni consultate il sito Viaggiare Sicuri a cura del Ministero degli Esteri.

Viaggio indipendente
La maggior parte dei turisti scelgono di andare in Tanzania con un viaggio organizzato. I pacchetti sono proposti da tutti i principali tour operator italiani, ma ci sono anche tante agenzie specializzate nei viaggi in Africa, che suggeriscono itinerari meno consueti nei circuiti del turismo responsabile.
Naturalmente ci si può organizzare anche da soli, ma per un safari è meglio appoggiarsi ad un'agenzia locale. Noleggiare un'auto è possibile, basta avere la patente internazionale; i veicoli 4x4 sono invece quasi sempre affittati solo con l'autista. La guida è a sinistra.

La Tanzania è il paese più esteso dell'Africa orientale e gli spostamenti vanno pianificati con cura, viste le enormi distanze e soprattutto il cattivo stato di manutenzione delle strade. L'asse stradale principale, che collega la capitale ai centri del nord, è quasi interamente asfaltato. Peggiorano invece le condizioni delle strade nel sud, che in generale risulta meno sviluppato.
I collegamenti aerei interni sono numerosi e sebbene sugli orari si possa fare poco affidamento, sono il mezzo più veloce per raggiungere i quattro angoli del paese; diversi parchi dispongono di una piccola pista di atterraggio.
Zanzibar e Pemba sono collegate anche da un servizio regolare di traghetti veloci, che fa la spola con Dar es Salam.
Dove non è possibile andare con altri mezzi di trasporto o per viaggiare in economia non resta che affidarsi ai bus. La compagnia turistica che serve il maggior numero di destinazioni e con la quale si può arrivare anche in Kenya, Zambia e Uganda, è Scandinavian Express.

Per la scelta dell'alloggio, tutto dipende dalla cifra che si vuole spendere e dalle comodità a cui si pensa di non poter rinunciare. Ogni parco ha almeno un campeggio pubblico ma qui i servizi sono davvero essenziali: mancano acqua corrente ed elettricità, ma per chi ama il genere può essere un'esperienza molto emozionante.
L'altra soluzione è quella del campeggio itinerante; si tratta di aree più piccole, riservate alle agenzie che organizzano camping safari, e che consentono di piantare le tende in punti del parco di volta di volta diversi per seguire più da vicino la fauna migratoria. L'agenzia penserà ad organizzare i servizi dell'accampamento, che possono essere spartani oppure offrire tende arredate con bagni separati e persino docce calde e un cuoco che prepara ottimi piatti tradizionali.
Se l'idea del campeggio, rustico o di lusso che sia, non fa per voi, c'è un ampia scelta di lodge e campi tendati fissi, montati su basamenti di cemento, che nulla hanno da invidiare, per livello di confort e qualità dei servizi, ai migliori hotel a quattro stelle. Per soggiornare in queste strutture bisogna tuttavia preventivare un prezzo medio raramente inferiore a 250 euro al giorno a persona.

Ecco qualche esempio.
Nel cuore del Ruaha National Park, il Mwagusi Safari Camp è una struttura con 13 bungalow di legno con il tetto in paglia, servizi e verandina privata che si affaccia sul Mwagusi Sand River; gli arredi sono in gran parte realizzati in materiale locale e l'elettricità è fornita da impianti ad energia solare. I proprietari organizzano classici safari a bordo di comodi 4x4 come pure interessanti escursioni a piedi. Ci si arriva con i voli di Coastal da Dar es Salam o Arusha; da qui si prosegue in auto fino al parco. La durata media del trasferimento è di 3 ore circa e si può prenotare insieme al soggiorno.
Nel Serengeti provate l'Olakira Camp , un piccolo campo tendato con solo sei tende spaziose e provviste di servizi privati e doccia calda, che da giugno a metà dicembre è collocato nell'area del Seronera e da dicembre a marzo si sposta a Ndutu, nella parte meridionale del parco. In questo modo si trova tutto l'anno in buona posizione per l'osservazione della fauna stanziale e migratoria.

Per un soggiorno esclusivo a Zanzibar il Breeze Beach Club & SPA è stato nominato tra i migliori cinque alberghi turistici dell'Africa. Ottima la posizione, sulla bella spiaggia di Bwejuu, situata sulla costa sud orientale dell'isola.
Trovate invece un ambiente decisamente informale e prezzi modici al Kendwa Rocks dove si alloggia in comodi bungalow di legno o in pietra o nelle più economiche bandas. La struttura, nota anche per i suoi fullmoon party, è affacciata su una larga e bella spiaggia sulla punta settentrionale di Zanzibar, ad un'ora circa di auto da Stone Town.

continua a leggere: Il Paese - per conoscere meglio la tua destinazione

     


Hai un sito o un blog? PaesiTropicali.com ti è piaciuto? allora regalaci un Link
Con il tuo aiuto il nostro portale diventerà sempre più utile e interessante. Grazie.



line line line
  • Paesi

line