Sei in: Storie dai Tropici --> Ad Agadir si decide la sorte delle balene
line

Storie dai Tropici

Ad Agadir si decide la sorte delle balene

(Agadir, Marocco - 21/6/2010)

Delegazioni dei paesi di tutto il mondo s'incontrano oggi ad Agadir per la riunione annuale della International Whaling Commission (IWC): in agenda il destino delle balene nei prossimi dieci anni. Come ogni anno i paesi conservazionisti, Australia in testa, affronteranno i sostenitori della caccia, guidati dalla delegazione giapponese. Nonostante la moratoria sulla caccia commerciale delle balene introdotta nel 1986, tre nazioni - Giappone, Norvegia e Islanda - continuano a cacciare e ad uccidere i grandi cetacei.

La trattativa si prospetta più che mai complessa. Una delle proposte sul tavolo lascerebbe in piedi la moratoria sul commercio internazionale ma concederebbe a questi tre paesi quote annuali e l'imposizione di misure di controllo più rigide, come un registro basato sull'analisi del DNA della carne.
Si tratta di un compromesso che non soddisfa gli ambientalisti; secondo Greenpeace, un tale accordo potrebbe compromettere la moratoria in vigore da 24 anni.
Le quote proposte, per quanto ridotte, non sono sostenibili: i membri del comitato scientifico dell'IWC hanno calcolato che il numero di catture è decisamente alto per le balene del Pacifico nord occidentale, e doppio rispetto ai limiti tollerabili per le balenottere comuni del Nord Atlantico e le balenottere minori dell'Atlantico nord orientale.
Justin Cooke, un membro del comitato per l'Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN), ha definito il piano una farsa: "Si vuole dare l'impressione che le quote siano calcolate sui limiti di sicurezza della sopravvivenza delle diverse specie, in realtà sono il risultato di negoziazioni arbitrarie".

Giorni fa il Sunday Times ha denunciato un traffico di voti all'interno della Commissione. Secondo il quotidiano inglese, il Giappone avrebbe offerto somme di denaro ad almeno sette Paesi più bisognosi d'aiuto (Guinea, Kiribati, Tuvalu, Marshall Islands, St Kitts and Nevis, Grenada e Tanzania) in cambio dei loro voti a favore della riapertura della caccia commerciale.

Altri dettagli su: BBC News

Tropici in diretta (16/4/2010): Good news per le balene?

line

     
     
     


Hai un sito o un blog? PaesiTropicali.com ti è piaciuto? allora regalaci un Link
Con il tuo aiuto il nostro portale diventerà sempre più utile e interessante. Grazie.


line line