Sei in: Storie dai Tropici --> Raul Castro chiede ringiovanimento della classe dirigente
line

Storie dai Tropici

Raul Castro chiede ringiovanimento della classe dirigente

(L'Avana, Cuba - 17/4/2011)

Due mandati di cinque anni e poi basta. Aprendo il VI Congresso del Partito comunista cubano (Pcc), il presidente Raul Castro propone un limite massimo di 10 anni consecutivi per le alte cariche dello Stato.
Abbiamo bisogno di un rinnovamento della dirigenza del partito e del governo, ha annunciato Castro al migliaio di delegati presenti al Congresso, precisando che il limite si applica anche al presidente e al primo segretario del partito.

La proposta non ha precedenti: la maggior parte degli attuali dirigenti cubani appartiene alla generazione storica della rivoluzione del 1959. Raul Castro, salito al potere nel 2008 dopo la rinuncia di Fidel, compirà ottanta anni in giugno. Anche Juan Machado Ventura, primo vice-presidente, ne ha 80 mentre Ramiro Valdes, secondo vice-presidente, ha 77 anni. La dirigenza cubana invecchia e sente il bisogno di un ringiovanimento.

Ma il sesto congresso del partito, il primo dal 1997, ruota soprattutto intorno alle radicali riforme economiche, che potrebbero aprire un nuovo capitolo nella storia dell'isola. Nei mesi precedenti Raul aveva già annunciato i suoi piani per ridurre il ruolo dello Stato e incoraggiare le imprese private. Non si pongono in discussione i capisaldi del modello socialista cubano; l'istruzione e l'assistenza sanitaria saranno sempre garantite, ma la spesa sociale dovrà essere "razionalizzata". Il tema più dibattuto sarà la progressiva eliminazione della libreta, la tessera annonaria che quasi ogni cubano possiede e che garantisce alcuni generi alimentari a prezzi sussidiari.

L'apertura del congresso del Pcc è stata preceduta ieri dalla commemorazione del 50° anniversario della fallita invasione a Playa Giron, meglio conosciuta con il nome di Baia dei Porci: era l'alba del 15 aprile 1961 quando una forza mercenaria appoggiata dalla CIA fu respinta in meno di 72 ore dai combattenti cubani.

Alle celebrazioni di Plaza della Revolucion era presente Raul ma non Fidel Castro, che in una dichiarazione pubblicata sulla stampa locale si è detto rammaricato di non aver potuto partecipare, ma al tempo stesso orgoglioso del suo popolo e delle sue conquiste. Non avrei potuto sopportare tre ore di sole cocente, ma ho promesso di essere un soldato delle idee e posso ancora adempiere a questo compito, ha dichiarato l'anziano leader.
Altri dettagli su: Prensa Latina

Leggi anche: A Cuba mezzo milione di impiegati statali in meno nel 2011 (14/9/2010)
Cuba: riforme nella continuità (2/8/2010)

Schede PaesiTropicali.com: Cuba

line

     
     
     


Hai un sito o un blog? PaesiTropicali.com ti è piaciuto? allora regalaci un Link
Con il tuo aiuto il nostro portale diventerà sempre più utile e interessante. Grazie.


line line