Sei in: Storie dai Tropici --> Marea nera: a rischio Cuba e Bahamas
line

Storie dai Tropici

Marea nera: a rischio Cuba e Bahamas

(New Orleans, USA - 2/5/2010)

Lo sversamento di petrolio nel Golfo del Messico sembra inarrestabile, potrebbe arrivare a 10.000 barili al giorno. In Louisiana l'industria della pesca è in ginocchio e il delicato ecosistema del delta del Mississippi sta per essere soffocato. E' emergenza anche in Alabama e in Florida, le cui coste che saranno forse raggiunte dalla macchia nera tra martedì e mercoledì. Ma c'è qualcuno che prevede uno scenario che, se possibile, è ancora più drammatico.
Secondo Jeff Masters, climatologo e cofondatore del noto sito meteorologico Weather Underground, la chiazza di petrolio potrebbe essere 'catturata' dalla cosiddetta Loop Current, una corrente marina calda che dalla penisola dello Yucatan si dirige prima a nord nel Golfo del Messico e poi inverte il senso e scorre verso sud: sfiora Cuba, attraversa lo stretto della Florida e arriva a toccare le Bahamas, dove confluisce nella grande corrente del golfo. (fonte mappa NOAA)

Se nel golfo del Messico si venissero a creare condizioni climatiche sfavorevoli, spiega Jeff Masters nel suo blog, la loop current, che viaggia ad una velocità di circa 5-6 km/ora, potrebbe agire da nastro trasportatore e trascinare la marea nera sulle barriere coralline del nord ovest di Cuba, delle Keys e delle Bahamas occidentali.
Quanto è probabile un simile catastrofico scenario? Il meteorologo di Weather Underground è prudente, almeno per ora. Molto dipenderà dalle condizioni di pressione e dai venti; ad ogni modo, nella peggiore delle ipotesi, gran parte del greggio sarebbe diluito in un'area di mare molto estesa e, di conseguenza, anche i danni ambientali sarebbero più contenuti rispetto a quelli che dovranno sopportare le coste della Louisiana.

Un altro fattore chiave è il tempo; quanto ci vorrà ancora per fermare la fuoriuscita del greggio dal pozzo della Deepwater Horizon? La BP ha usato tutti i mezzi che aveva, ha dichiarato oggi un suo dirigente, e se non ci fossero altre soluzioni che quella di scavare un pozzo aggiuntivo, potrebbe essere questione di mesi. E c'è da considerare che tra poco nel Golfo del Messico e nei Caraibi comincia la stagione degli uragani.

Altri dettagli su: Weather Underground

line

     
     
     


Hai un sito o un blog? PaesiTropicali.com ti è piaciuto? allora regalaci un Link
Con il tuo aiuto il nostro portale diventerà sempre più utile e interessante. Grazie.


line line