Sei in: Storie dai Tropici --> Yasi, il mostro che bussa alle porte del Queensland
line

Storie dai Tropici

Yasi, il mostro che bussa alle porte del Queensland

(Cairns, Queensland, Australia- 31/1/2011)

Lo chiamano il “Sunshine State”, ovvero lo Stato del sole, ma la stagione che il Queensland sta vivendo non potrebbe essere peggiore.
Piove sul bagnato: decine di città del nord est dell'Australia, già gravemente danneggiate dalle inondazioni di dicembre e gennaio, si stanno preparando all'arrivo di quello che potrebbe essere il ciclone tropicale più devastante che il Queensland abbia mai visto.

Si chiama Yasi e si trova attualmente a circa 1700 km dalla costa, accompagnato da raffiche che soffiano a 185 km orari. A mano a mano che si sposta sul Mar dei Coralli cresce e prende forza: secondo il servizio meteo dovrebbe abbattersi sulle coste australiane tra mercoledì e giovedì, quando potrebbe aver raggiunto categoria 4, la stessa dell'uragano Katrina, ovvero il penultimo gradino sulla scala che misura il potere distruttivo di un ciclone.

“E' una minaccia molto seria - ha dichiarato preoccupata il premier australiano Anna Bligh - forse la peggiore che abbiamo mai dovuto affrontare”. Entro domani saranno chiuse le scuole e i porti da Cairns a Mackay e tutti i residenti delle aree costiere sono stati invitati ad abbandonare la zona.
L'evacuazione è già cominciata ad Hamilton Island nelle Whitsundays, una delle destinazioni turistiche più popolari.

Le autorità hanno definito Yasi la 'sorella brutta' di Anthony, il ciclone che ha colpito ieri lo stesso tratto di costa, sradicando alberi e martellando i tetti delle case con una pioggia battente. Per fortuna il ciclone Anthony, che si è ormai affievolito, non ha lasciato danni ingenti; una pallottola schivata, hanno detto all'emittente pubblica ABC.
Ma con l'arrivo di Yasi la preoccupazione cresce: i terreni sono fradici e i bacini ancora colmi d'acqua, dopo le terribili inondazioni delle scorse settimane, che hanno causato la morte di trenta persone e danni per almeno dieci miliardi di dollari.

La speranza è che il terribile mostro dal nome Yasi giri al largo delle coste all'ultimo minuto; gli occhi del servizio meteo sono puntati sul Mar dei coralli, dove la situazione è in continua evoluzione. La stagione dei cicloni nel Pacifico comincia ufficialmente il 1° novembre e finisce il 30 aprile ma il picco massimo è atteso proprio in questi mesi.

Altri dettagli su: ABC news
Leggi anche: Nell'occhio del ciclone

line

     
     
     


Hai un sito o un blog? PaesiTropicali.com ti è piaciuto? allora regalaci un Link
Con il tuo aiuto il nostro portale diventerà sempre più utile e interessante. Grazie.


line line