Sei in: Storie dai Tropici --> World Social Forum a Dakar: un'alternativa possibile
line

Storie dai Tropici

World Social Forum a Dakar: un'alternativa possibile

(Dakar, Senegal - 11/2/2011)

Con una grande voglia di cambiamento, si è concluso oggi il World Social Forum tenutosi questa settimana a Dakar. Presenti oltre 70.000 persone in rappresentanza di 123 paesi, insieme a migliaia di studenti senegalesi; la manifestazione si è svolta infatti, se pur con qualche difficoltà logistica, nel campus del Cheikh Anta Diop, una delle più prestigiose università africane.

I protagonisti della XI edizione del Forum hanno riaffermato la loro volontà a lottare per i diritti fondamentali dei popoli oppressi, contro gli eccessi del liberismo e la sfrenata privatizzazione delle terre a danno del sud del mondo, per una società umana fondata sui principi di giustizia e di uguaglianza.
Un forum questo che ha visto una straordinaria partecipazione di delegazioni africane, giunte da tutto il continente. Folta anche la presenza latino americana: è stato il presidente boliviano, Evo Morales, ad aprire il lavori, seguito da Lula, entrambi applauditissimi.
In primo piano nei dibattiti la rivolta tunisina e la protesta in Egitto, ma anche il tema della migrazione, il traffico di minori, il problema dell'accesso ai beni indispensabili, l'acqua in primo luogo, il rialzo dei prezzi dei generi alimentari e la sostenibilità ambientale.

Molte le reti internazionali e le organizzazioni di solidarietà che hanno chiesto ai governi responsabili dei massicci trasferimenti di terra al miglior offerente, di fermare una monopolizzazione che sta minacciando la sicurezza alimentare di milioni di persone.
Un meccanismo su scala mondiale, guidato dalla crescente scarsità di terre coltivabili, soprattutto ai tropici, e dalla domanda in forte espansione delle commodity alimentari e dei minerali su cui l'anarchia dei mercati gioca un ruolo di primo piano.

Se ai tanti workshop si è potuto assistere a dibattiti di uomini politici, professori, teologi e sociologi, si è sentita forte la presenza di piccole associazioni, reti regionali e movimenti, che hanno marciato insieme per le strade della capitale senegalese chiedendo per tutti un mondo migliore.


line

     
     
     


Hai un sito o un blog? PaesiTropicali.com ti è piaciuto? allora regalaci un Link
Con il tuo aiuto il nostro portale diventerà sempre più utile e interessante. Grazie.


line line