Meteo

Click for Kuala Lumpur, malaysia Forecast
  • A Kuala Lumpur sono le:
  • del giorno:
line

Sei in: I paesi tropicali --> Malaysia --> Come andare
line

Malaysia

Come andare

Dal 30 Gennaio 2012 Malaysia Airlines, dopo 18 anni di servizio, ha interrotto i voli tra l'Italia e Kuala Lumpur e attualmente i voli più comodi e convenienti per raggiungere la capitale malese sono quelli di Qatar, via Doha, e di Emirates via Dubai. Altre buone occasioni si trovano con Singapore Airlines e con Ethiad. Per i voli all’interno della penisola  e del Borneo malese è possibile utilizzare i voli low cost di Air Asia.

Se si viaggia per turismo non è richiesto visto d'ingresso, basta mostrare il passaporto che deve avere una validità residua di almeno sei mesi.
Le condizioni sanitarie della Malaysia sono abbastanza buone, soprattutto se paragonate ad altre aree del sudest asiatico.
Attenzione alle zanzare: ceppi di malaria clorochino-resistente sono presenti nelle zone interne e nelle regioni del Borneo, dove è consigliata la profilassi antimalarica. Le regioni costiere sono tuttavia a basso rischio di malaria.
Invece la febbre dengue, trasmessa da zanzare Aedes è diffusa e ricorrente ovunque ed è in sensibile aumento, anche nelle città; negli ultimi anni si è verificato inoltre un aumento dei casi di febbre chikungunya. Si segnalano infine casi di encefalite giapponese, trasmessa dalla zanzara Culex. È necessario perciò proteggersi dalle punture di zanzare con repellenti, zanzariere e abbigliamento adeguato.
Le condizioni igieniche sono discrete; tuttavia tra la popolazione c'è diffusione di diverse malattie infettive e quindi è meglio adottare le normali precauzioni, evitando cibi crudi e bevendo solo acqua imbottigliata.
Infine un potenziale rischio è rappresentato dall'inquinamento atmosferico provocato dai numerosi incendi che, in funzione del vento e delle condizioni ambientali, possono causare seri problemi respiratori. Quella degli incendi è purtroppo una pratica storicamente molto diffusa nelle popolazioni indonesiane e malaysiane, in particolare quelle del Borneo, che danno fuoco alla vegetazione per rendere i terreni coltivabili. Un tempo le dense foreste umide riuscivano a fermare gli incendi, ma negli ultimi anni, a causa della sempre maggiore desertificazione, le fiamme si estendono senza controllo e una micidiale cortina fumogena si diffonde in aree vastissime causando a volte anche la chiusura degli aeroporti.

Il paese è politicamente stabile e non si segnalano gravi episodi di violenza; le uniche aree a rischio sono il confine terrestre con la Thailandia e, in misura minore, le isole vicine alle Filippine e alcune zone del Sabah orientale. Furti, borseggi e altri fenomeni di piccola criminalità sono diffusi come in tanti altri paesi del mondo.

La valuta corrente è il Ringgit (MYR) ; le carte di credito sono utilizzate in tutti i maggiori centri ma i negozi più piccoli e gli alloggi al di fuori dei grandi circuiti turistici accettano solo denaro contante.
La lingua nazionale è il malese e ciascun gruppo etnico parla il proprio dialetto. Tuttavia l'inglese è molto diffuso. La religione ufficiale è l'islam, tenetene conto anche sulle spiagge, dove non è ammesso praticare il nudismo o prendere il sole in topless.
I telefoni GSM dual band hanno una buona copertura, internet è diffuso ed è facile trovare Internet Point nelle città e collegamenti wireless negli alberghi.
Le spine sono quadrate a tre piedini, è necessario munirsi perciò di un adattatore.
Per tutte le ultime informazioni consultate il sito Viaggiare Sicuri a cura del Ministero degli Esteri.

Viaggio indipendente
La Malaysia è un posto abbastanza sicuro e può essere visitato in piena autonomia.

La rete di trasporti interni è affidabile e ben organizzata. Gran parte delle isole turistiche, come Langkawi, Penang, le Perhentian e Tioman si raggiungono facilmente tanto in aereo quanto con regolari traghetti. Penang è collegata alla terraferma da un ponte.
Esiste un pass, valido 30 giorni, per gli spostamenti in treno: informazioni e tariffe sono disponibili presso l'ufficio del turismo oppure, direttamente in loco, nelle principali stazioni ferroviarie.
Un viaggio dal sapore coloniale è invece proposto dall'Eastern and Oriental Express, un treno che attraversa tutta la penisola malese, collegando Singapore a Bangkok, via Kuala Lumpur e Georgetown (isola di Penang). Le carrozze sono splendidamente arredate e il servizio è di alto livello, anche se non proprio a buon mercato.
Nel Borneo, e nel Sarawak in particolare, quasi tutti gli spostamenti si effettuano per via fluviale, con ferry e piccole imbarcazioni che collegano cittadine e villaggi; la manutenzione di questi mezzi lascia spesso a desiderare.
Muoversi in auto è facile, grazie ad una buona rete autostradale che percorre da sud a nord tutta la penisola; generalmente buone le condizioni delle altre strade ma occorre cautela per la velocità eccessiva e la guida indisciplinata da parte, soprattutto, dei motociclisti locali.
La guida è a sinistra ed è richiesta la patente internazionale. Numerose agenzie di noleggio sono sparse per tutto il paese. Evitate invece l'auto a Kuala Lumpur, i trasporti pubblici sono comodi ed efficienti e, al bisogno, i taxi sono abbastanza economici.

In Malaysia si trovano alloggi per tutti i gusti e per tutte le tasche, dai lussuosi hotel a cinque stelle alle sistemazioni più modeste. Le grandi catene alberghiere hanno prezzi mediamente più alti, se paragonati ad altri paesi del sud est asiatico, ma convenienti rispetto agli standard europei.
Ad esempio, si trovano offerte a prezzi ragionevoli persino per il Mandarin Oriental di Kuala Lumpur, un sontuoso 5 stelle che, come gli altri hotel del gruppo, garantisce un servizio impeccabile. Le stanze più belle sono quelle con ampie vetrate sulle Petronas Twin Towers; una infinity pool, una SPA e sei ristoranti completano l'offerta.
Se intendete visitare il Taman Negara, una delle più antiche foreste pluviali al mondo, il posto più confortevole per fermarsi a dormire è il Mutiara Taman Negara Resort . Potete scegliere tra diverse tipologie di sistemazione: chalet e bungalow di legno, che hanno verande private con vista sul fiume, oppure stanze in piccoli edifici, tutte dotate di acqua calda, ventilatore o aria condizionata. Ci sono poi una zona ostello con i dormitori e una vasta area attrezzata per il campeggio.
In Malaysia gli alloggi più economici sono classificati con il sistema delle orchidee: maggiore è il loro numero, migliore è il confort e il livello dei servizi offerti.
Con un'auto a disposizione è più facile trovare, direttamente sul posto, semplici ma gradevoli chalet sulle spiagge o nei pressi di parchi e zone naturalistiche, a prezzi davvero convenienti.

continua a leggere: Il Paese - per conoscere meglio la tua destinazione

     


Hai un sito o un blog? PaesiTropicali.com ti è piaciuto? allora regalaci un Link
Con il tuo aiuto il nostro portale diventerà sempre più utile e interessante. Grazie.



line line line
  • Paesi

line