Sei in: Dossier Tropici --> Viaggio di Nozze? Ai Tropici!
line

Dossier Tropici

Viaggio di Nozze? Ai Tropici!

Per organizzare un viaggio di nozze sfizioso bastano un pizzico di fantasia e un po' di tempo da spendere su internet. Ecco qualche spunto per trascorrere una luna di miele ai Tropici, in destinazioni molto note e non.

Caraibi
Ai Caraibi lo sappiamo, ci si va d'inverno. E' la stagione migliore, ed è anche quella più affollata. Per questo motivo abbiamo scelto tre destinazioni meno battute, ognuna con il proprio fascino, dove passare una luna di miele diversa da quelle abitualmente proposte.

La prima è l'isola di Marie Galante, che si trova ad un'ora di traghetto o, se preferite, a venti minuti di aereo dalla ben più nota e frequentata Guadalupa. Siamo nelle Antille francesi, patria del rum agricole, quello estratto direttamente dalla canna da zucchero. Non a caso Marie Galante è coperta da un manto verde di canne fruscianti e conserva ancora i resti degli antichi mulini a vento, che servivano a spremerne il succo.
Il litorale è costellato di belle spiagge, quelle che ci si aspetta di trovare ai Caraibi; mare turchese, palme e sabbia fina. Un'atmosfera placida e sonnacchiosa contraddistingue quest'isola, che vive i suoi ritmi a misura d'uomo e non solo di turista; l'impronta francese è forte ma non s'impone sulla natura creola dei suoi abitanti. La cucina poi, è straordinaria: potrete assaggiare squisiti piatti della tradizione creola, influenzati dalla gastronomia francese, sempre preceduti dall'immancabile tì punch.
Al Grand Palm troverete ad accogliervi una coppia di francesi, che molti anni fa ha deciso di trasferirsi a vivere stabilmente a Marie Galante. Hanno costruito una bella casa sul litorale, poco lontano da Grand Bourg, il piccolo capoluogo dell'isola, e ora gestiscono con estrema cura questa piccola struttura, che dispone di un certo numero di stanze nell'edificio principale e di alcuni bungalow privati, circondati da un bel giardino. Scegliete il Bungalow Charme, è delizioso. Gli ospiti hanno a disposizione una piccola piscina e tre jacuzzi. Attraverso la proprietà si raggiunge a piedi una piccola, privatissima spiaggia; ma per godere delle bellezze dell'isola è meglio prendere un'auto o uno scooter a noleggio.
Prima o dopo il soggiorno a Marie Galante, fermatevi qualche giorno anche a Guadalupa, un'isola che merita una visita, soprattutto nella parte ricca di foreste e cascate, quella chiamata Basse Terre, dominata dall'imponente vulcano La Soufriere.

La seconda opzione è Saba, un'isola che per le sue caratteristiche non ha uguali nei Caraibi. Fa parte delle Antille Olandesi ed è una delle meno frequentate di tutta la regione. Il motivo è semplice: non ci sono spiagge.
Saba è un picco vulcanico che emerge da un migliaio di metri di profondità; le sue coste sono scogliere ripide, a picco su un mare blu, popolato da una fauna marina che, per varietà e ricchezza di specie, non ha pari in tutta la regione caraibica. Se amate le immersioni, il Saba Marine Park, l'area che protegge il patrimonio marino dell'isola, offre dive spot per subacquei esperti o solo per gli appassionati del mare.
A terra non mancano comunque le sorprese; a mano a mano che si sale sulle pendici del vulcano, la vegetazione diventa più folta e ricca, fino a diventare in cima al picco una fitta foresta popolata da una miriade di uccelli. Il paesaggio è intatto, la flora presenta curiosi endemismi e la vista è mozzafiato. Se, oltre al mare, avete interessi naturalistici, amate il trekking e le passeggiate all'aperto, ecco che le spiagge non vi mancheranno.
Quattro suggestivi villaggi, abbarbicati sui crinali dell'isola, sono gli unici centri abitati: poche case, con i tetti rossi, i portici intarsiati e piccoli giardini fioriti. I megaresort non sono fatti per Saba e nemmeno per le persone che vengono a visitarla.
In cima al monte Scenary c'è l' Ecolodge Rendez-vous, 12 bungalow circondati dalla foresta pluviale; gli alloggi sono spartani, l'acqua, riscaldata dai pannelli solari può essere fredda se manca il sole, l'umidità è perennemente alta, come è logico che sia in foresta, ma l'ambiente è spettacolare e l'esperienza è unica.
Se l'idea di abitare in foresta non vi convince, optate per El Momo Cottage, una struttura senza troppe pretese che offre bungalow confortevoli e spaziosi, posti sul fianco di una collina, tutti con una vista formidabile sull'oceano. Il Cottage in the Sky è quello che si trova più in alto, circondato da piante e fiori: privacy assoluta e panorama garantiti.

L'ultima proposta nei Caraibi è Nevis, l'isola dove, alla fine del '700, si sposò l'ammiraglio Nelson. Volendo, potete farlo anche voi, e per giunta nello stesso posto di allora: la Great House Montpelier, residenza seicentesca diventata oggi il Montpelier Plantation Inn.
Tra le tante isole dei Caraibi dove pronunciare il fatidico sì, Nevis è senza dubbio il posto più romantico; forse per questo motivo l'isola si è 'specializzata' nell'organizzazione di lune di miele e di matrimoni in loco, facilitati da procedure burocratiche ridotte al minimo.
Il Montpelier Plantation Inn è un luogo incantato: la proprietà, una ex piantagione di canna da zucchero, si estende per 24 ettari su una collina a poco più di 200 metri sul livello del mare. Il grande edificio centrale in pietra, che all'epoca era il centro della raffinazione, è stato restaurato negli anni sessanta e poi successivamente modernizzato dagli attuali proprietari, che hanno curato ogni particolare per conservare intatto lo stile e l'eleganza sobria e discreta di questo piccolo angolo di paradiso.
Le camere, 19 in tutto, sono intime e arredate con gusto. Naturalmente non poteva mancare una piscina con una magnifica vista, dove fare un tuffo, magari al tramonto o prima di colazione. La struttura dispone inoltre di una spiaggia privata, una delle più belle dell'isola, che si raggiunge con la navetta riservata agli ospiti dell'hotel. La sera si cena a lume di candela sulla terrazza; il ristorante propone prelibatezze e piatti raffinati, cucinati da chef all'altezza dei palati più esigenti. Un relais di charme come questo non può che avere tariffe elevate, che tuttavia sono giustificate dalla qualità del servizio, oltre che dall'unicità del posto.
Nevis è un'isola serena, una piccola gemma dei Caraibi lontana dal turismo di massa e quindi rimasta in gran parte incontaminata; il paesaggio, impareggiabile, è dominato dal cono vulcanico del Nevis Peak, con le sue pendici ricoperte di fitte foreste e, sullo sfondo, il blu del mar dei Carabi.

Se avete scelto i Caraibi per il vostro viaggio di nozze, e non volete rischiare di incappare in una tempesta tropicale, scartate i mesi estivi. La stagione degli uragani comincia ufficialmente il 1° giugno e finisce il 30 novembre, ma i mesi più a rischio sono agosto, settembre e ottobre. Tenete tuttavia in conto che, a differenza di altre isole dei Caraibi, Nevis, ma soprattutto Saba, si trovano in una zona raramente interessata dagli uragani.
Il periodo più piacevole, con un tempo secco e soleggiato e rare piogge va da dicembre ad aprile, che corrisponde però all'alta stagione e quindi a prezzi più alti. Nei mesi di maggio e giugno l'umidità comincia a farsi sentire e gli acquazzoni tropicali diventano più frequenti, ma in generale il tempo si conserva stabile ed è ancora un buon momento per partire, usufruendo così di tariffe più basse.
I voli più convenienti sono quelli per Guadalupa, che si raggiunge facilmente con un volo diretto da Parigi. Per andare invece a Saba o a Nevis, il viaggio è un po' più lungo e costoso e prevede più di uno scalo.
Quanto alla sicurezza, le tre isole citate non conoscono criminalità né alcun genere di pericolo; sotto l'aspetto sanitario il rischio maggiore, almeno per quanto riguarda Guadalupa, è rappresentato dalla dengue ed è perciò raccomandabile usare le normali misure per proteggersi dalle zanzare.


Il viaggio continua...   Oceano Pacifico   Oceano Indiano   Crociere


Dicevamoall'inizio che i viaggi di nozze sono il più delle volte standardizzati, che si va sempre nei soliti posti e nei soliti megahotel senza charme? Gli esempi citati dimostrano il contrario: organizzandosi per proprio conto, con l’ausilio degli strumenti messi a disposizione dalla rete, si può realizzare qualsiasi sogno, compreso quello di una luna di miele unica e indimenticabile.
[Agosto 2010]

line

     
     
     


Hai un sito o un blog? PaesiTropicali.com ti è piaciuto? allora regalaci un Link
Con il tuo aiuto il nostro portale diventerà sempre più utile e interessante. Grazie.


line line