Sei in: Storie dai Tropici --> A proposito di vaccini
line

Storie dai Tropici

A proposito di vaccini

(Davos, Svizzera - 30/1/2010)

Bill Gates s'impegna a donare 10 miliardi di dollari per la ricerca sui vaccini. "Dobbiamo rendere questo decennio la "decade del vaccino", ha detto il fondatore di Microsoft al World Economic Forum che si tiene in questi giorni a Davos. I vaccini possono salvare milioni di vite e ridurre drasticamente la mortalità infantile nei paesi più poveri del mondo; ma, come ha rilevato Gates, servono maggiori investimenti da parte dei governi e del settore privato per contribuire alla ricerca e allo sviluppo di nuovi vaccini. E soprattutto, è necessario accelerare la distribuzione dei vaccini già disponibili nei paesi sottosviluppati
Secondo la proiezione presentata a Davos dalla Bill & Melinda Gates Foundation, se la fornitura di vaccini salvavita nei paesi in via di sviluppo arrivasse nei prossimi dieci anni al 90 per cento di copertura, si potrebbe evitare la morte di 7,6 milioni di bambini sotto i 5 anni.
La cifra promessa dal monopolista benefattore andrà in gran parte alla GAVI, Global Alliance for Vaccine and Immunization, che riunisce soggetti pubblici e privati aderenti alle campagne d'immunizzazione e finanzia la distribuzione in diversi paesi del mondo di vaccini nuovi e sottoinutilizzati.
Tra gli obiettivi posti da Gates ci sono al primo posto le infezioni da rotavirus, che rappresentano la principale causa di diarrea grave e possono uccidere neonati e bambini in pochi giorni; nonostante i vaccini siano già disponibili, muoiono circa 520.000 bambini l'anno, quasi la metà dei quali nei paesi africani a basso reddito. Una ricerca pubblicata qualche giorno fa sul New England Journal of Medicine ha dimostrato che la vaccinazione contro il rotavirus ridurrebbe significativamente il numero di morti per diarrea: del 61 per cento in Africa e del 35 per cento in Messico.
Secondo obiettivo, la vaccinazione per il controllo delle infezioni causate da pneumococco, che provocano polmoniti e una grave forma di meningite. Il 90 percento dei morti per malattie da pneumococco si registra nei paesi in via di sviluppo. Viene poi il morbillo, una delle cause principali di morte tra i bambini del terzo mondo; anche in questo caso, un vaccino sicuro ed economico esiste già.
Infine la malaria, che ogni anno colpisce milioni di persone nel mondo e miete vittime soprattutto in Africa In una recente intervista rilasciata alla BBC, Bill Gates aveva annunciato che un primo vaccino contro la malaria potrebbe essere pronto nel giro di 3 anni, ma che ne saranno necessari almeno altri 5 per arrivare ad un prodotto davvero efficace.

Per maggiori informazioni: Times on line

line

     
     
     


Hai un sito o un blog? PaesiTropicali.com ti è piaciuto? allora regalaci un Link
Con il tuo aiuto il nostro portale diventerà sempre più utile e interessante. Grazie.


line line