Sei in: Storie dai Tropici --> Messico: esplosione oleodotto, inferno in terra
line

Storie dai Tropici

Messico: esplosione oleodotto, inferno in terra

(Puebla, Messico - 20/12/2010)

E' salito a ventotto morti il bilancio dell'esplosione di un oleodotto avvenuta ieri a San Martin Texmelucan, piccola cittadina del Messico centrale. Almeno una cinquantina le persone rimaste ferite nell'incendio, che ha incenerito case, auto e strade nel raggio di cinque chilometri.
Tra le vittime un'intera famiglia di dieci persone, la cui casa era vicinissima al luogo dove si è originato il primo scoppio.

Le fiamme hanno avvolto la piccola comunità di San Martin, situata a circa 150 km da Città del Messico, dopo che una gang criminale avrebbe tentato di forare il condotto, nel tentativo di rubare il petrolio. L'alta pressione nelle tubazioni avrebbe fatto fuoriuscire il combustibile lungo le strade del paese, scatenando fiumi di fuoco e uno scenario apocalittico.
Secondo quanto dichiarato in un primo comunicato, invece, l'esplosione sarebbe stata provocata da un accumulo di combustibile nel condotto.

L'incidente è avvenuto intorno alle 5:30 della mattina, mentre gran parte dei residenti era ancora nel sonno. “Un inferno in terra” riferiscono alcuni testimoni. La colonna di fumo denso e nero, che si è sollevata dal luogo del disastro, era visibile a 30 chilometri di distanza.
I pompieri e i volontari della difesa civile, intervenuti in centinaia nelle operazioni di soccorso, hanno avuto ragione delle fiamme solo in tarda mattinata

Il presidente Felipe Calderon ha promesso che avvierà un'indagine accurata per stabilire le cause dell'incendio. L'incidente è uno dei più gravi mai verificatosi nelle strutture della società messicana Pemex.

Altri dettagli su: AFP


line

     
     
     


Hai un sito o un blog? PaesiTropicali.com ti è piaciuto? allora regalaci un Link
Con il tuo aiuto il nostro portale diventerà sempre più utile e interessante. Grazie.


line line