Sei in: Storie dai Tropici --> La lunga intervista a Fidel Castro: una storia da riscrivere?
line

Storie dai Tropici

La lunga intervista a Fidel Castro: una storia da riscrivere?

(L'Avana, Cuba - 9/9/2010)

L'ultima dichiarazione di Fidel Castro ha choccato la stampa mondiale: al corrispondente del magazine culturale statunitense The Atlantic, che chiedeva se il modello economico comunista fosse ancora esportabile, il leader maximo rispondeva che "il modello cubano non funziona più neanche da noi".

La lunga intervista rilasciata da Fidel Castro a Jeffrey Goldberg, durante i suoi tre giorni di visita all'Avana, è pubblicata sul sito internet del magazine. E' suddivisa in due parti ed è interessante leggerla tutta, al di là della dichiarazione choc del padre delle Revolucion che, com'era inevitabile, ha fatto il giro del mondo.

Come fa notare Julia Sweig, che da anni segue attentamente le questioni di Cuba e dell'America Latina, Fidel è in una fase in cui reinventa se stesso. A due mesi dalla ricomparsa in pubblico, dopo la sua lunga malattia, l'anziano leader appare sempre più come statista che come capo di Stato: uscito quasi del tutto dalla scena nazionale, sta dando priorità a temi di carattere internazionale, come la guerra, la sicurezza internazionale, il rischio nucleare, i cambiamenti climatici.
E lo fa sfruttando il palcoscenico messo a disposizione dai media, attraverso il quale comunica il proprio punto di vista a tutto il mondo.

'Ho incontrato un uomo dal fisico debole ma dalla mente acuta, dotato di un non comune livello di autoriflessione', rimarca il giornalista, smentendo chi crede che l'ex presidente, ormai ottantaquattrenne, straparli perché affetto da arteriosclerosi senile.
Riguardo a Cuba, Castro non respinge né rinnega le idee della rivoluzione cubana. Piuttosto riconosce che lo Stato ha avuto un ruolo troppo forte sulla vita economica del paese, sostenendo quindi la politica di apertura promessa da Raul.
Di recente l'attuale presidente aveva annunciato diverse riforme nel settore delle piccole imprese e degli investimenti stranieri, ma è tirato per la giacca dai burocrati ortodossi all'interno del partito. Ed è in questa chiave che va forse letta l'ultima dichiarazione di Fidel.

Jeffrey Goldberg dà appuntamento a chi è interessato alle questioni di Cuba sulle pagine del suo giornale: nei prossimi post riporterà il seguito dell'intervista e la visione di Castro riguardo all'embargo, alle riforme economiche, alla situazione dei dissidenti.

Leggi l'intervista completa su: The Atlantic

Leggi anche: Cuba: riforme nella continuità (2/8/2010)

Schede PaesiTropicali: Cuba


line

     
     
     


Hai un sito o un blog? PaesiTropicali.com ti è piaciuto? allora regalaci un Link
Con il tuo aiuto il nostro portale diventerà sempre più utile e interessante. Grazie.


line line