Sei in: Storie dai Tropici --> Sale la temperatura degli oceani e le specie marine si allontanano dai Tropici
line

Storie dai Tropici

Sale la temperatura degli oceani e le specie marine si allontanano dai Tropici

(Dalhousie University, Halifax, Canada- 29/7/2010)

C'è una stretta relazione tra il riscaldamento superficiale degli oceani, dovuto al cambiamento climatico globale, e il consistente declino del fitoplancton, che forma la base della piramide alimentare marina. Lo rivela uno studio appena pubblicato sulla rivista Nature che analizza i dati raccolti su scala mondiale a partire dal 1950.
Attraverso misure della trasparenza del mare, fortemente influenzata dalla presenza di fioriture algali, i ricercatori hanno osservato una riduzione del fitoplancton del 40% negli ultimi cinquant'anni, che corrisponde ad un calo annuo di circa l'uno percento. Secondo gli scienziati, questo declino è legato al costante aumento della temperatura dei mari.
Con sempre meno fitoplancton, l'oceano sarà molto diverso da come lo è ora, spiega uno degli autori dello studio, il canadese Daniel Boyce. La domanda è: quanto diverso?

Il fitoplancton è il primo anello della catena alimentare marina, l'equivalente di un pascolo in un ecosistema terrestre: è composto da microscopici organismi vegetali che costituiscono il nutrimento dello zooplancton, minuscoli animali marini e ammassi larvali che, a loro volta, sono preda di piccoli pesci ed altri animali acquatici.
E' inevitabile dunque che una minore disponibilità di nutrimento al livello più basso della piramide alimentare si ripercuota tutti gli strati successivi, dai pesci alle balene e infine agli esseri umani. Il fitoplancton non solo costituisce la base della pesca ma produce la metà dell'ossigeno che respiriamo, sottrae CO2 dall'ambiente e, in ultima analisi, influenza la stabilità del clima globale.

In uno studio parallelo, pubblicato da ricercatori della stessa università, si mettono in evidenza la ridistribuzione delle varie specie marine e la riorganizzazione della vita, già in atto nei nostri oceani.
Molte specie oceaniche si allontanano dall'equatore e si spostano a sud e a nord della fascia tropicale, per trovare acque più fredde e condizioni adeguate al proprio ciclo vitale. Ma questo comporta, ad esempio, l'adattamento a predatori, mai incontrati prima.
In Atlantico una specie di corallo che si pensava vivesse solo nelle acque attorno alle isole di Capo Verde è stata rinvenuta al largo di Tenerife, nelle Canarie, cioè ad una latitudine di più di 11 gradi a nord del suo habitat originario.
Una riorganizzazione degli ecosistemi marini in risposta all'aumento della temperatura delle acque è possibile, ma dipende da molti fattori. Secondo gli scienziati è probabile che in futuro dovremo assistere ad una ridistribuzione su larga scala di molte specie marine.

Altri dettagli su: ABC News

line

     
     
     


Hai un sito o un blog? PaesiTropicali.com ti è piaciuto? allora regalaci un Link
Con il tuo aiuto il nostro portale diventerà sempre più utile e interessante. Grazie.


line line