Sei in: Storie dai Tropici --> Hotel Rwanda: Rusesabagina accusato
line

Storie dai Tropici

Hotel Rwanda: Rusesabagina accusato

(Kigali, Rwanda - 28/10/2010)

Paul Rusesabagina. Chi ha visto Hotel Rwanda non può dimenticare la figura di quest'uomo, che durante il genocidio del 1994 salvò la vita di centinaia di Tutsi. Quell'uomo è oggi accusato di aver sostenuto il gruppo di ribelli Hutu della Repubblica del Congo.
Martin Ngoga, procuratore generale di Kigali, afferma di avere le prove di trasferimenti di denaro da parte di Rusesabagina alle Forze Democratiche per la Liberazione del Ruanda (FDLR), i ribelli che operano nel Congo orientale, dove la guerra non si è mai arrestata e non c'è tregua alle stragi e agli stupri di massa.
Secondo l'accusa, sostenuta dalla testimonianza di un ex comandante delle FDLR arrestato la scorsa settimana, il denaro di Rusesabagina sarebbe servito a finanziare le attività terroristiche di autori chiave del massacro del 1994, incluso il leader dell'opposizione Victoire Ingabire.

Rusesabagina, che ora vive in esilio, nega qualsiasi coinvolgimento e dichiara di essere vittima di una campagna diffamatoria. “Sono tutte bugie, io non sono un uomo di violenza, chiunque si opponga a Kagame è vittima di questo trattamento”. In Africa e all'estero c'è sconcerto.
Di recente l'ex direttore d'albergo ha avuto un atteggiamento molto critico nei confronti del governo del Rwanda, disapprovando pubblicamente la ri-elezione di Paul Kagame e l'arresto del leader dell'opposizione Victoire Ingabire.

Ma la credibilità del presidente Kagame, uomo forte di Washington in Africa e, secondo alcuni, responsabile del miracolo ruandese, sta cedendo.
Nell'ultimo rapporto dell'Alto Commissariato per i diritti umani si parla di gravi responsabilità delle forze armate ruandesi e degli attuali vertici politici nei massacri in Congo tra il 1993 e il 2003.
Poco al di là del confine, nelle regioni orientali del Congo si rifugiarono più di un milione di hutu, dopo la presa del potere da parte del Fronte patriottico ruandese (Fpr) di Paul Kagame. E proprio in quei campi profughi, disseminati lungo la frontiera, furono compiuti massacri e violenze sistematiche contro gli Hutu, senza andare troppo per il sottile tra ex miliziani coinvolti negli eccidi del Rwanda e civili inermi.

Molte pagine oscure gettano ancora ombra su questo paese, sconvolto dal genocidio di 800 mila persone in meno di cento giorni, e ora in forte crescita economica; una crescita alimentata dal flusso di denaro proveniente dagli Stati Uniti e, secondo alcuni, dal traffico di minerali insanguinati sottratti al Congo.

Paul Rusesabagina è uno dei più accesi oppositori del regime di Kigali. Hotel Rwanda racconta la sua storia, ma il film ha soprattutto un merito: quello di mettere in luce il cinismo e l'indifferenza della comunità internazionale che, in quell'occasione ma non in altre, chiuse gli occhi e non intervenne a fermare uno dei più cruenti massacri della storia africana.

Altri dettagli su: Afrik-news


line

     
     
     


Hai un sito o un blog? PaesiTropicali.com ti è piaciuto? allora regalaci un Link
Con il tuo aiuto il nostro portale diventerà sempre più utile e interessante. Grazie.


line line