Sei in: Storie dai Tropici --> Al via la Route du Rhum
line

Storie dai Tropici

Al via la Route du Rhum

(Saint Malò, Francia - 30/10/2010)

Da Saint Malò, in Francia, a Pointe-à-Pitre, in Guadalupa, Antille Francesi, 3.500 miglia di Atlantico in solitario: è la Route du Rhum, una delle regate oceaniche più avventurose e impegnative.
La nona edizione parte il 31 ottobre. Sulla linea di partenza al largo delle coste francesi, sono schierati fianco a fianco 75 iscritti, tra navigatori professionisti e dilettanti; l'obiettivo è battere il primato della scorsa edizione del 2006, detenuto da Lionel Lemonchois per i multiscafi (7 giorni, 17 ore e 19 minuti) e da Roland Jourdain per i monoscafi (12 giorni, 11 ore e 58 minuti).
Partecipano a questa competizione alcuni tra i navigatori oceanici più accreditati, come Frank Cammas, Bertrand Staimm, Vincent Riou e lo stesso Lionel Lemonchois che proverà a difendere il titolo. Manca invece Giovanni Soldini, che pure era presente alla regata del 2006 con il trimarano Tim.
Tra gli italiani si presentano Marco Nannini, su Unicredit, e Davide Consorte, su Adriatech Ail (associazione italiana leucemia), entrambi velisti non professionisti che però hanno all'attivo alcune regate e navigazioni oceaniche. I due skipper corrono nella classe più numerosa, la Class 40. E' invece la prima regata oceanica per il cagliaritano Andrea Mura, che finora aveva partecipato solo a competizioni agonistiche in Mediterraneo: lo vedremo a bordo del suo Open 50 Vento di Sardegna .

Le sfide durante la traversata sono diverse. All'inizio le barche si troveranno a fare i conti con le perturbazioni del Golfo di Biscaglia, poi dovranno catturare il prima possibile gli alisei, puntando a sud verso le Canarie oppure restando sulla rotta più a Nord, che passa vicino Madeira. La prima è un'autostrada, l'altra più difficile ma più corta.
Nata nel 1976, la Route di Rhum è una transatlantica in solitario che si disputa ogni quattro anni e che si svolge sull'antica rotta delle navi che partivano dall'Europa verso le Antille per andare a caricare il Rum.
Almeno 250.000 spettatori lungo la costa e 20.000 in mare seguiranno la partenza; moltissimi anche gli appassionati che si collegheranno al sito web della regata, da cui è possibile ricevere aggiornamenti tramite IPhone e Blackberry.

Come per altri eventi velici mondiali, chiunque può partecipare al match da casa, seppure solo virtualmente. Basta collegarsi al sito Virtual Regatta, scegliere il nome della propria barca e sfidare gli altri velisti del web comodamente seduti in poltrona.

Per altre informazioni sulle traversate a vela e sulla Guadalupa:
Dossier Tropici - Il giro del mondo a vela
Schede PaesiTropicali.com - Guadalupa

line

     
     
     


Hai un sito o un blog? PaesiTropicali.com ti è piaciuto? allora regalaci un Link
Con il tuo aiuto il nostro portale diventerà sempre più utile e interessante. Grazie.


line line