Sei in: Storie dai Tropici --> Tragico epilogo del sequestro di un bus turistico a Manila
line

Storie dai Tropici

Tragico epilogo del sequestro di un bus turistico a Manila

(Manila, Filippine - 23/8/2010)

Epilogo drammatico dopo il blitz delle teste di cuoio nel centro di Manila. Stamattina un ex poliziotto ha sequestrato un autobus dove viaggiava un gruppo di turisti di Hong Kong, in vacanza nelle Filippine con un viaggio organizzato. Tra loro c'erano tre bambini. Sarebbero dovuti tornare a casa proprio oggi.
L'uomo, armato di un fucile automatico M16 si è introdotto sull'autobus turistico e ha preso in ostaggio i passeggeri, chiedendo di essere reintegrato al lavoro; dopo essere stato licenziato per accuse di estorsione, rapina e corruzione, l'ex poliziotto continuava a rivendicare la sua innocenza.

Poche ore fa, parlando ad una radio locale, il sequestratore aveva dichiarato di aver sparato a due ostaggi. Ma secondo l'autista dell'autobus, fortunosamente riuscito a liberarsi, all'arrivo delle squadre d'assalto l'uomo avrebbe cominciato a sparare, uccidendo tutti i passeggeri rimasti a bordo. Stamattina aveva liberato i tre bambini un anziano e tre donne.

A Manila è notte fonda mentre la televisione trasmette in diretta le immagini agghiaccianti del raid. Prima del blitz delle teste di cuoio, il sequestratore aveva chiesto cibo per gli ostaggi, lasciando acceso il motore del mezzo per garantire il funzionamento dell'aria condizionata. Poi, i tentativi di negoziare andati a vuoto. Infine, quando le squadre armate hanno circondato l'autobus, il bagno di sangue.
Dopo un sequestro durato 12 ore, il sequestratore è stato ucciso dalle forze di polizia; i pochi ostaggi rimasti in vita, sono quattro, escono alla spicciolata dall'autobus. Sembra la scena di un film, invece sono immagini di cronaca di ordinaria follia.

Altri dettagli su: Rai news 24


line

     
     
     


Hai un sito o un blog? PaesiTropicali.com ti è piaciuto? allora regalaci un Link
Con il tuo aiuto il nostro portale diventerà sempre più utile e interessante. Grazie.


line line