Sei in: Storie dai Tropici --> Manuel Noriega, storia di un narco-dittatore
line

Storie dai Tropici

Manuel Noriega, storia di un narco-dittatore

(Parigi, 27/4/2010)

E' arrivato oggi in Francia l'ex dittatore di Panama, Manuel Noriega, estradato dagli Stati Uniti dove da due anni aveva finito di scontare la sua condanna. In Francia lo attendono altri 10 anni di carcere per riciclaggio di denaro proveniente dal traffico di cocaina e per altri reati.
Il governo panamense, che pure lo reclamava per i crimini commessi in patria durante il suo regime, ha dichiarato che rispetta la decisione "sovrana" degli USA. Secondo l'avvocato di Noriega, Julio Berrios, l'estradizione sarebbe il risultato di un accordo segreto tra i governi di Panama, degli Stati Uniti e della Francia per non far rientrare il dittatore nel suo paese.
Dalla sua prigionia di Miami, Noriega si era infatti opposto all'estradizione chiedendo di essere rispedito a Panama, ma il suo ricorso era stato bocciato.

Il generale Manuel Noriega, noto a Panama come "cara de pi˝a" (faccia d'ananas), era stato catturato nel gennaio del 1990 dalle forze statunitensi durante quelle oscure pagine di storia che furono l'invasione americana di Panama.
Noriega fu capo dell'intelligence militare di Panama per diversi anni prima di diventare comandante della Guardia Nazionale nel 1982 e poi, tra il 1983 e il 1989, presidente de facto del paese.

La sua storia ricorda quella di altre discutibili figure, a lungo alleate degli Stati Uniti e poi diventate nemico pubblico numero uno.
Era sul libro paga della CIA giÓ alla fine del '60 e lavor˛ a lungo con l'agenzia, nonostante fossero giÓ noti i suoi rapporti di amicizia con Pablo Escobar e i narcotrafficanti del cartello di MedellÝn. Secondo alcuni, ebbe un ruolo controverso a fianco degli Stati Uniti nel finanziamento illecito dei contras in Nicaragua. Ma una serie di operazioni, non ultima il suo coinvolgimento nello scandalo Iran-Contras, lo fecero diventare un personaggio troppo scomodo e ingombrante.

Nel 1988 gli Stati Uniti lo incriminarono di traffico di droga. Intanto era diventata calda la questione territoriale del Canale e si stava creando un teso braccio di ferro tra le forze americane di stanza nel Canale di Panama e le truppe panamensi del vecchio alleato. Fino a quando, con il pretesto di un marine americano ucciso a Panama, Bush padre diede il via all'operazione "giusta causa", presentata al mondo come un'azione di polizia internazionale "per garantire sicurezza ai cittadini panamensi" ma in realtÓ pianificata da tempo.

Nel dicembre 1989 le truppe americane bombardarono per giorni la capitale panamense, al suono assordante di musica pop e heavy metal. Noriega, che si era rifugiato nell'ambasciata vaticana, fu poi catturato e portato in Florida, dove venne processato e condannato nel 1992 per traffico di droga, riciclaggio di denaro e racket. La sua pena, inizialmente di 30 anni, venne poi ridotta a 17 per buona condotta.

Gli 'effetti collaterali' dell'invasione americana furono oltre un migliaio di civili morti e un numero imprecisato di profughi. Per loro non Ŕ mai stata fatta giustizia.

Altri dettagli su: BBC news


line

     
     
     


Hai un sito o un blog? PaesiTropicali.com ti Ŕ piaciuto? allora regalaci un Link
Con il tuo aiuto il nostro portale diventerÓ sempre pi¨ utile e interessante. Grazie.


line line