Sei in: Storie dai Tropici --> Supertifone Songda nelle Filippine
line

Storie dai Tropici

Supertifone Songda nelle Filippine

(Manila, Filippine - 27/5/2011)

E' il primo tifone della stagione 2011 ed è anche il primo a guadagnarsi categoria 5, l'ultima nella scala di classificazione dei cicloni tropicali: si chiama Songda ed è accompagnato da venti che superano i 250km/h.
L'arrivo del supertifone – è così che vengono chiamati i cicloni del Pacifico di categoria più elevata - aveva destato grande preoccupazione nelle Filippine, dove per precauzione era stata ordinata l'evacuazione di centinaia di migliaia di persone dalle zone costiere.

Fortunatamente, giunto nei pressi del popoloso arcipelago, Songda ha deviato verso nord, risparmiando le zone centrali e sfiorando appena le Filippine. Ciò è bastato a provocare inondazioni e frane, che hanno interrotto le principali vie di comunicazione e isolato molte aree. Decine di case sono state distrutte anche più a sud, a Mindanao. Il bilancio attuale è di una vittima, annegata lungo la costa dell'isola di Catanduanes.

A causa delle pessime condizioni meteo la maggior parte dei voli interni in partenza dall'aeroporto di Manila sono stati cancellati, lasciando a terra centinaia di passeggeri. Il servizio meteorologico nazionale ha comunicato che, se il peggio sembra essere passato, resta la minaccia per le isole Batanes, nel nord dell'arcipelago.
Songda si dirige ora verso Okinawa, dove è atteso per domani. Transitando su acque più fredde, dovrebbe però arrivare indebolito.

Le Filippine si trovano in una zona ad alto rischio ciclonico; ogni anno sono almeno una ventina le tempeste tropicali e i tifoni che colpiscono l'arcipelago, causando danni imponenti e un gran numero di vittime. Il mar delle Filippine, che con valori di superficie intorno ai 30° è particolarmente caldo, fornisce condizioni favorevoli al rinvigorimento dei cicloni che si formano in questa stagione nel Pacifico centro occidentale.
E' solamente l'area geografica dove si verificano le tempeste tropicali a determinare il nome: non c'è alcuna differenza di comportamento tra un tifone, termine utilizzato per indicare i cicloni del Pacifico, e un uragano, cioè il ciclone atlantico. Si tratta comunque di fenomeni estremi, che richiedono la massima attenzione.
Altri dettagli su: The Straits Times
Leggi anche: Previsione uragani 2011: come andrà nei Caraibi?
Dossier Tropici: Nell'occhio del ciclone

line

     
     
     


Hai un sito o un blog? PaesiTropicali.com ti è piaciuto? allora regalaci un Link
Con il tuo aiuto il nostro portale diventerà sempre più utile e interessante. Grazie.


line line