Sei in: Storie dai Tropici --> New Orleans incubo Isaac
line

Storie dai Tropici

New Orleans incubo Isaac

(Miami, Usa - 27/8/2012)

Mentre ai Caraibi si contano i morti e i danni, le nubi scure di Isaac avanzano minacciose sul golfo del Messico. La Florida è stata solo sfiorata, ora è a New Orleans che cresce la paura. Sette anni dopo lo stesso incubo: Isaac come Katrina?
Se le previsioni di queste ore saranno confermate Isaac diventerà un uragano di categoria 1 o 2 e New Orleans e il suo sistema di argini dovrebbero poter resistere alla violenza delle acque. Se però Isaac rinforza ancora, New Orleans corre un serio pericolo.

A preoccupare gli esperti ci sono diversi fattori. In primo luogo le dimensioni della tempesta: con un raggio di centinaia di miglia Isaac è come un gigante che copre immense aree di mare. E dal mare caldo del golfo del Messico attinge forza.
Isaac non solo è molto esteso, è anche lento: vuol dire che da quando arriva a quando se ne va ci sono 24-36 ore ininterrotte di venti e piogge sferzanti.
Poi c'è il fronte d'onda, cioè l'enorme quantità di acqua di mare spinta a terra dall'avanzare dell'uragano. A volte coincide con il picco di marea, ed è il caso peggiore, a volte no. Isaac è così grande e si sposta così lentamente che all'onda di tempesta vanno aggiunti almeno due o tre cicli di marea.

Tuttavia, secondo i calcoli fatti, non si dovrebbero superare i due metri. Il fronte d'onda di Katrina fece innalzare di 8 metri il livello del mare, che superò gli argini e inondò la città. Gli argini sono stati rinforzati, rassicura il governatore della Louisiana, che ha dichiarato lo stato di emergenza ma non ha ordinato l'evacuazione, pur consigliando ai residenti delle aree più a rischio di allontanarsi da casa.

A New Orleans ci sono ancora 5.000 senzatetto, e sono passati sette anni da Katrina. Con le dovute proporzioni ricorda un po' Port-au-Prince questa città nera, povera e flagellata dagli uragani. Solo che qui siamo in America, non ad Haiti.

Altri dettagli: National Hurricane Center

Come si formano gli uragani? Nell'occhio del ciclone

line

     
     
     


Hai un sito o un blog? PaesiTropicali.com ti è piaciuto? allora regalaci un Link
Con il tuo aiuto il nostro portale diventerà sempre più utile e interessante. Grazie.


line line